18/03/2018, 08:22

Sostiene Arbau » Non possiamo aspettare mesi per una visita diagnostica nel pubblico

Servizi sanitari diffusi ed abbattimento liste d'attesa. Credo che sia venuto il tempo in cui debbano essere abbattute le liste d'attesa. Sono decenni che la politica blatera a vuoto lasciando i cittadini nella spiacevole condizione di scegliere se aspettare anni e mesi per visite specialistiche vitali presso la sanità pubblica oppure pagare, anche tanto, per avere la stessa prestazione in privato. Questa è la realtà, nonostante promesse mirabolanti e presunte riforme salvifiche. Cosa fare? Due cose immediatamente. Accordarsi con i sindacati e gli operatori, con incentivi e turnazioni intelligenti e gratificanti, per tenere aperti ed operanti 24 su 24 le strutture pubbliche che rendono questi servizi diagnostici. Poi, valutate le mancanze della maglia pubblica, regione storica per regione storica, allargare la maglia delle convenzioni con i privati convenzionati per portare almeno un ambulatorio diagnostico per territorio di Unione di Comuni. Io credo che le visite diagnostiche debbano essere fatte nell'arco massimo di due o tre giorni. Senza se e senza ma. In altre puntate parliamo di ospedali e rete ospedaliera.