17/05/2016, 10:25

Scrivono di noi » Da LaNuova Sardegna del 16.05.16 Arbau: la soluzione per salvare RyanAir è la pubblicità sugli aerei

Cappellacci: «Idiozia cancellare Ct2». Arbau: «Pubblicità su aerei»
Opposizione all’attacco su Ryanair


CAGLIARI «Quando la giunta Pigliaru ha cancellato la Ct2 per le rotte minori ha compiuto un'autentica idiozia». Così Ugo Cappellacci, coordinatore regionale di Forza Italia, ritorna sulla questione dei collegamenti aerei per la Sardegna. «Non solo – ricorda Cappellacci – non hanno dato seguito al nuovo piano che prevedeva anche per questi scali la tariffa unica, già pronto e solo da concludere con i bandi, ma hanno perfino cancellato del tutto la continuità per le rotte cosiddette minori. Così chi vuole raggiungere l'isola è costretto a compiere itinerari contorti, con costi elevatissimi. In più ovviamente questo flusso di viaggiatori viene dirottato su Roma e Milano, con conseguenze sulla disponibilità dei posti che sono davanti agli occhi di tutti e l'impossibilità di raggiungere la destinazione e fare ritorno in tempi compatibili con le esigenze di lavoro, di salute. Nonostante tutto, presidente e assessore continuano a perseverare nell'errore e ad atteggiarsi a unici depositari della verità. Facciamo un bagno di umiltà e rimedino al più presto. Il ripristino della Ct2 è ormai un'urgenza». Anche La Base, il movimento di Efisio Arbau, tira le orecchie alla Regione e alla gestione dell’affare Ryanair e delle compagnie low cost che volano, o volavano, sui celi della Sardegna. La proposta fa il verso alle campagne pubblicitarie: «Il governo cincischia sulla diminuzione delle tasse aeroportuali e Ryanair va via dalla Sardegna. Il problema dobbiamo, almeno per il momento, risolvercelo da soli. La nostra proposta è semplice, lineare e senza nessun rischio di illegittimità: la Regione dia i soldi necessari per una forte campagna promozionale ai tre consorzi di tutela del pecorino (Sardo, Fiore Sardo e Romano) per promuovere il prodotto principe della nostra agricoltura. Saranno loro ad utilizzarli per una campagna che coinvolga il vettore irlandese, l'unico capace di recepire in poco tempo una campagna promozionale di questi livelli anche perché interessato a rimanere legato ed operativo in Sardegna».