10/03/2017, 10:10

Territorio » Distretto del Fiore Sardo: fissati i primi incontri per l'avvio delle pratiche

Quattro incontri con pastori e portatori di interesse per costruire il distretto del Fiore sardo. Si inizia il 23 marzo ad Ollolai.

La riunione tra i sindaci e l’Agenzia agricola Laore tenutasi ad Ollolai il 2 marzo ha definito il percorso per avviare la costituzione del distretto del Fiore sardo. Uno strumento per dare un governo al settore produttivo zootecnico che produce il formaggio tipico dei pastori barbaricini ma anche a tutti i portatori di interesse che costituiscono il sistema produttivo complessivo. 

Del progetto faranno parte, infatti, anche gli operatori turistici oltrechè quelli artigianali e commerciali. La strada per arrivare alla presentazione della domanda di riconoscimento alla Regione sarà costituita da quattro tappe rappresentate da riunioni operative con l’intervento degli addetti ai lavori che diranno cosa serve al settore e come vogliono sia costituito il distretto.

Un progetto che parte dalla base produttiva dove tutti conteranno uno anche se rappresentanti istituzioni pubbliche o private complesse. La prima riunione guidata dall’Agenzia Laore coordinata dal gavoese Antonio Maccioni si terrà il 23 marzo presso la sala consiliare del Comune di Ollolai che in questo percorso è il soggetto capofila e si occuperà di invitare i partecipanti oltre che di sostenere l’azione dell’Agenzia Laore dal punto di vista organizzativo.