13/08/2016, 08:57

Sociale » Scuola. "Tenere i bambini seduti per 5 ore a infarcirli di nozioni non funziona più"

La riflessione di una insegnante

La scuola non risponde più ai bisogni educativi e didattici dei nostri bambini. Dobbiamo fare una riflessione su cosa e sul come si insegna. Tenere i bambini seduti per 5 ore a infarcirli di nozioni che devono imparare stando ad ascoltare non funziona più.

I bambini sono tutti diversi e hanno capacità e attitudini differenti che non possiamo ignorare. Noi insegnanti dobbiamo partire da questa diversità e trovare strategie e metodi accattivanti, interessanti che mettano l'alunno al centro dell apprendimento.

Insegnare la storia, la geografia creando dei gruppi laboratoriali dove il bambino scopre la storia, la geografia guidato dalla insegnante che non sta seduto in cattedra ma lavora con lui.

Nella mia scuola il prossimo anno parte la sperimentazione "senza zaino", che scardina il metodo tradizionale di scuola partendo da tre principi: accoglienza, responsabilità e condivisione a tutti i livelli, bambini insegnanti genitori. Io ci credo molto.

Rosanna Talloru, insegnante

Leggi anche:

Tullio De Mauro e la classe capovolta: "le lezioni frontali sono superate. La scuola si cambia coinvolgendo le forze in gioco non a colpi di decreto"