09/09/2017, 09:05

Attività in Consiglio Regionale » Interrogazione contro la chiusura dello sportello del Banco di Sardegna a Olzai

La notizia della possibile chiusura dello sportello del Banco di Sardegna di Olzai arriva in Consiglio Regionale attraverso un'interrogazione che porta la firma di Gaetano Ledda, esponente della Base Sardegna.

Lo smantellamento dello sportello da parte del gruppo bancario, farebbe parte di una operazione di riordino aziendale iniziata ben due anni fa da parte del gruppo Bper, da portare a termine tramite la chiusura di ben 130 filiali, in esecuzione di un piano di ristrutturazione di tutto il tessuto di sportelli diffuso nel territorio nazionale.

L'esponente della Base Sardegna ha depositato una interrogazione consiliare rivolta al Presidente Francesco Pigliaru e all'assessore agli Enti Locali Erriu, dove si chiede "se sono a conoscenza della problematica relativa alla chiusura dello sportello, e se intendono prendere a nome di tutta l'amministrazione regionale posizione contro la chiusura della filiale del Banco di Sardegna nel comune di Olzai, anche in considerazione del fatto che in questo periodo difficile per il territorio, la comunità olzaese non può permettersi di assistere inerme ad eventi che impoveriscano il tessuto sociale, istituzionale ed economico del paese".

Ledda continua con l'elencazione dei possibili disagi a cui andrebbero incontro gli olzaesi: "a  Olzai  non  esiste  neanche  un  bancomat  e  la  chiusura  della  filiale  del Banco  di  Sardegna  causerebbe  ulteriori  disagi  agli  operatori  economici,  ai pensionati, ma anche ai cittadini che devono prelevare modeste somme di denaro o soprattutto incassare contributi economici erogati dalle diverse tesorerie comunali, regionali  e  statali  come previsto  da precise  direttive  comunitarie  e  leggi nazionali, alle quali si sono strettamente attenuti le Agenzie agricole LAORE e ARGEA nella formulazione dei relativi bandi".

Insomma, un altro segnale del taglio di servizi nel centro Sardegna.

 

CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA  XV LEGISLATURA   INTERROGAZIONE LEDDA  con richiesta di risposta scritta, sulla paventata chiusura della filiale del Banco di Sardegna nel comune di Olzai.  

***************

Il sottoscritto,  premesso che
− due anni fa è stato avviato dal Banco di Sardegna SpA un piano industriale, che prevede la chiusura di 130 sportelli all'interno del gruppo bancario Bper;
− da notizia di stampa si apprende della probabile imminente chiusura dell'unico sportello bancario nel comune di Olzai, perché rientrante all'interno del piano di ridimensionamento;
considerato che
− a Olzai non esiste neanche un bancomat e la chiusura della filiale di Olzai del Banco di Sardegna causerebbe ulteriori disagi agli operatori economici, ai pensionati, ma anche ai cittadini che devono prelevare modeste somme di denaro o soprattutto incassare contributi economici erogati dalle diverse tesorerie comunali, regionali e statali come previsto da precise direttive comunitarie e leggi nazionali, alle quali si sono  strettamente attenuti le Agenzie agricole LAORE e ARGEA nella formulazione dei relativi bandi;
− questa politica di ridimensionamento andrebbe a colpire la comunità olzaese, già afflitta dall'inarrestabile fenomeno dello spopolamento;
− per coloro che non dispongono di un'automobile sarebbe un grave disagio raggiungere le succursali della stessa banca nei paesi limitrofi  o  direttamente nelle agenzie del capoluogo nuorese; 
      CHIEDE
1) al Presidente della Regione e all'Assessore degli enti locali, finanze e urbanistica per sapere:
1) se sono a conoscenza della problematica su esposta;  2) se intendono prendere a nome di tutta l'amministrazione regionale posizione contro la chiusura della filiale del Banco di Sardegna nel comune di Olzai, anche in considerazione del fatto che in questo periodo difficile per il territorio, la comunità olzaese non può permettersi di assistere inerme ad eventi che impoveriscano il tessuto sociale, istituzionale ed economico del paese.
Cagliari, 31 agosto 2017      Gaetano Ledda